Il centro di Budoni

Il Comune dalle due lingue: logudorese e gallurese

La vostra vacanza a Budoni vi permetterà di abbinare la cultura rurale con l’enogastronomia, gli sport con il mare e la storia del luogo con il divertimento nel centro del paese. Nato come antico stazzo gallurese, si sviluppa intorno alla Chiesa di San Giovanni Battista, risalente a fine anni’60. Sostituta di quella costruita a fine Ottocento, ospita al proprio interno un crocifisso ligneo ed il portale in bronzo dove sono raffigurati gli episodi della vita del Santo Patrono, San Giovanni Battista appunto.

Di notevole interesse, poco distante dalla Chiesa in piazza Einaudi, il Museo degli stazzi e della Civiltà Contadina, nato con l’intento di riscoprire le  vecchie tradizioni e lo stazzo, vecchia abitazione locale che ha sostituito il pinnettu. Il Museo, gestito dalla Pro Loco di Budoni, è suddiviso in 3 sale,  nella prima troverete la sala fotografica con momenti di vita e di lavoro del tempo passato, nella seconda il magazzino degli attrezzi e nella terza la  casa. A maggio, giugno, settembre ed ottobre lo troverete aperto dalle 17:30 alle 19:00 mentre a luglio ed agosto dalle 19:00 alle 22:30. Nei rimanenti mesi  apre solo su prenotazione ed appuntamento. La Biblioteca Comunale si trova in Piazza Einaudi, vicino ad un altro polo culturale, il Teatro Andrea Parodi (presente una Compagnia Teatrale nel Comune) mentre l’Ufficio Informazioni Turistiche vi aspetta in Piazza Giubileo per fornirvi tutte le indicazioni del caso.

Budoni è composto da numerose frazioni, basate prevalentemente su un’economia agropastorale della tradizione sarda, tra le quali ricordiamo San Lorenzo,  Solità, San Gavino, Limpiddu, Tanaunella (S’iscala – Muriscuvò), Agrùstos, Ludduì, Berruiles, Strugas, San Pietro e Tamarispa. A causa della posizione geografica, le lingue parlate, oltre l’italiano, sono due: il gallurese, nelle borgate a nord del centro ed il logudorese, parlato dal 60% degli abitanti,  nella parte sud.

La vita cittadina, durante il periodo estivo, si concentra soprattutto lungo Via Nazionale, la via principale dove si concentrano la maggior parte delle variegate attività commerciali. Troverete botteghe dove assaporare i prodotti tipici di questa zona ed i negozi artigianali dove acquistare i vostri  souvenir in sughero o legno, pregiate stoffe ricamate o gioielli dalle forme tradizionali in oro e argento. Anche la vita notturna si concentra  prevalentemente in questa via, chiusa al traffico per il mercatino serale, ma anche nella Marina di Budoni, nella frazione di Agrustos, per nominarne una
molto conosciuta soprattutto dai giovani per una nota discoteca presente, ma anche in tutte le altre e sul lungomare.

Gli eventi che caratterizzano la località sono diversi, soprattutto nel periodo estivo. Tra le feste religiose ricordiamo, la Festa Patronale a fine agosto,  caratterizzata da riti e processioni molto sentite dagli abitanti ma anche dai numerosi turisti che, in quel periodo trascorrono le proprie vacanze nell’isola. L’Amministrazione insieme ai vari Comitati organizza, inoltre, eventi artistici, culturali, eno-gastronomici e musicali. Il Ferragosto ad esempio è caratterizzato dalla presenza di gruppi canori e gruppi folk (due i gruppi folk presenti nel Comune) e spettacoli nei vari locali notturni aperti fino a notte fonda.

Un pochino di storia

La frequentazione di questa zona risale al periodo neolitico (4000 a.C.), legata alla presenza del fiume Salamaghe che rendeva fertile il territorio. Tracce più evidenti sono state lasciate dalle popolazioni nuragiche (1700-1800 a.C.). Non dimentichiamo, a tal proposito, i diversi siti archeologici, come
i nuraghi Su Entosu, Conca e Bentu e la domus de jana L’Agliola a Solità, vicino al ruscello. Scarse, invece, le testimonianze del periodo romano. Dopo le incursioni barbaresche, il territorio è stato rioccupato nel Medioevo da agricoltori e pastori. Tra il 1000 ed il 1420 Budoni apparteneva al
Giudicato di Gallura, curatoria di Posada da cui divenne comune autonomo nel 1958. Il suo sviluppo, nella seconda metà del XX secolo, è legato prevalentemente al settore turistico.

Foto e Video: Budoni Welcome

Contattateci ed organizzeremo la vostra visita guidata del centro!

Fotogallery

  • immagine 1: Il centro di Budoni
  • immagine 2: Il centro di Budoni
  • immagine 3: Il centro di Budoni
  • immagine 4: Il centro di Budoni
  • immagine 5: Il centro di Budoni

Come raggiungere il centro di Budoni

A circa 37 chilometri dal porto e dall’aeroporto di Olbia, è raggiungibile percorrendo la SS125 in direzione Sud oppure la 131, DCN, seguendo le indicazioni per Budoni o Nuoro. Ci sono anche i bus che da Olbia portano a Budoni, ad esempio le linee DEPLANO e le linee ARST, che collegano anche le varie frazioni.

Appartamenti a Budoni

Qui sotto troverete gli appartamenti in centro per il vostro soggiorno a Budoni!